Come si arriva: Sulla A20 ME-PA, uscita Barcellona, si prende la statale 113 in direzione Palermo fino al bivio per Rodi Milici.

 

Panorama

 

Portale con mascherone e portelle laterali

Il comune di Rodi - Milici è abbastanza recente, essendo fondato nel 1947, ma le testimonianze nella zona risalgono al periodo preistorico ed ellenico. Il centro abitato è costituito da due piccoli nuclei abitativi distanti pochi chilometri l'uno dall'altro, costeggiati dal fiume Patrì. Le testimonianze storico archeologiche dell'antica città di Longane fondata dai Sicani a circa 400-500 mt. , nel vicino monte Ciappa probabilmente per sfuggire ai Siculi. L'esistenza di questa antica città è stata testimoniata dal ritrovamento di monete d'argento oggi custodite al British Museum di Londra.

In località Grassorella, inoltre è stata ritrovata una necropoli il cui periodo probabilmente risale all'età del bronzo o del ferro, e sono del tutto simili a quelle di Pantalica, secondo l'archeologo Bernabò Brea. Durante il periodo romano la cittadina di Rodi rivestì notevole importanza per la produzione di olio, orzo e vino. Nel medioevo il territorio di Rodi, insieme ad altri ricadde nei feudi del monastero del S.S. Salvatore di Patti e sotto San Bartolomeo di Lipari. In quell'epoca risale la 

Resti di Fortificazioni (Piano Pirgo e P.zzo Ciappa)

Ruderi dell'antica chiesa di S. Girolamo con la cupola rosata

fondazione a Milici di una divisione dell'ordine dei Cavalieri di Malta, e una sezione della scuola poetica siciliana. I Cavalieri di Malta ricevettero questo territorio direttamente da Federico II di Svevia nel 1210. Nel 1582 ci fu una terribile alluvione che seppellì tutto l'abitato di Rhodis - Sullaria, e i superstiti si trasferirono a monte vicino al castello dei Cavalieri dell'ordine di Malta (attuale Milici) e gli altri ai piedi del monte Limbia (l'attuale Rodi).

Tradizioni: Verso Carnevale, si svolge una singolare sfilata di uomini in maschera per le vie del centro, che è chiamata la festa dei mesi dell'anno. Nella "settimana  Santa" vi è una sacra rappresentazione dei personaggi del Vangelo per le vie della cittadina. Durante il Lunedì ricorre la festa della Madonna dell'Alloro a Milici, durante la quale la statua in marmo viene portata in processione dai fedeli.

Chiesa dell'Immacolata sec. XVII

Resti di Fortificazioni (Piano Pirgo

e P.zzo Ciappa)

A Rodi Milici oltre ai patroni dei due paesi : San Bartolomeo (Rodi) il 24 Agosto e S. Rocco (Milici) il 15 Agosto, si festeggia un compatrono S. Filippo d'Agira che si commemora il 12 Maggio. Un'altra festa si commemora il 24 Giugno è San Giovanni Battista a Milici. La festa dell'Immacolata Concezione si celebra ogni anno la prima domenica d'Agosto. Nel mese di Settembre si ricorda la Madonna di Lourdes con una processione.

La festa che riscuote il maggiore successo di visitatori però, e quella del Natale che si svolge nell'arco di circa un mese, dal 13 Dicembre (Santa Lucia) alla Befana.

Chiesa di San Bartolomeo (Patrono di Rodi)

 

Tombe a grotticella scavate nella roccia

Notizie Utili 

Notizie Utili 

Municipio : Tel. 090- 97.41.010

Farmacia: Tel. 090- 97.41.000

 

Dove mangiare: 

Ristorante "I Vicerè". contrada Trappeto 

tel. 090-97.41.226

 

Dove alloggiare: 

Vacanze Verdi  "Villa Laura", residence ed appartamenti ammobiliati. Contrada Trappeto 

Tel. 090-97.41.015

 

 

 

Si ringrazia il comune di Rodi Milici per le preziose informazioni forniteci.