Estate in sicilia

PROVINCIA DI CATANIA  LINGUAGLOSSA

i più bei luoghi di sicilia. Discutiamone nel forum !


le più belle isole della sicila. Discutiamone nel forum

 

 

Paesi della
provincia
Aci Bonaccorsi

 
Aci Catena

 
Aci Castello

 
Aci Sant'Antonio

 
Adrano

 
Belpasso

 
Biancavilla

 
Bronte

 
Caltagirone
Camporotondo 
Etneo

 
Castel di 
Judica

 
Castiglione 
di Sicilia

 
Fiumefreddo di Sicilia

 
Giarre

 
Grammichele

 
Gravina di Catania

 
Licodia Eubea

 
Linguaglossa

 
Maletto

 
Maniace
Mascalucia

 
Mazzarrone

 
Milo

Mascali

 

Militello in
Val di Catania

 

Mineo

 
Mirabella Imbaccari

 
Misterbianco

 
Motta Sant'Anastasia

 
Nicolosi

 
Palagonia

 

Paternò

 
Pedara

 
Piedimonte Etneo

 
Raddusa

 
Ragalna

 

Ramacca
 

 

Randazzo

 
Riposto

 
Sant'Alfio

 
San Cono

 
San Giovanni
la Punta

San Gregorio
di Catania

 
San Michele
di Ganzaria

 
San Pietro
Clarenza

 
Santa Maria
di Licodia

 
Santa Venerina

 
Sant'Agata
li Battiati

 
Scordia

 
Trecastagni

 
Tremestieri
Etneo

 
Valverde

 
Viagrande

 
Vizzini

 
Zafferana

 
Per arrivare : da Catania, si prende l'autostrada A18 CT-ME e si esce allo svincolo per Fiumefreddo. 
Si prende la SS 120 per Randazzo e si arriva a destinazione.

 

Panorama

 


Visualizzazione ingrandita della mappa

L'abitato di Linguaglossa sorge a circa 550 mt. s.l.m. sul versante nord-orientale dell'Etna. Il paese è tipicamente etneo per le sue stretti vicoli e le sue abitazioni fatte in pietra lavica. Il paese nacque e si espanse per il commercio dei pini e della neve dell'Etna il cui legno serviva alla marineria siciliana mentre la neve veniva portata nelle città per farne diversi usi. Con ogni probabilità Linguaglossa fu fondata da un gruppo di abitanti emigrati da Castiglione e che diedero vita al primo insediamento stabile. 

 


Impianti di risalita

Eruzione di un cratere laterale dell'Etna

Gli abitanti erano in origine quindi boscaioli, contadini e piccoli proprietari terrieri. Nel 1566 una improvvisa quanto devastante eruzione, portò all'apertura di una frattura nella pineta Ragabo dalla quale uscì una notevole quantità di magma e, che distrusse prima le piantagioni e successivamente l'antico borgo. I cittadini dell'antico borgo quindi non scoraggiati da questo evento funesto, ricostruirono l'abitato proprio sopra la colata e da allora nelle altre eruzioni l'abitato non fu più toccato. 

 

Il significato del nome "Linguaglossa" è stato dato da l'illustre storico Vinci nel 1759, secondo il quale si poteva affermare che il nome era la combinazione di due forme una latina "Lingua" ed una greca "glossa", che probabilmente si riferivano alle numerose colate laviche che hanno minacciato il paese nella sua storia. Il paese fu prima assegnato nel XIII sec. da Federico II di Svevia alla sua consorte Costanza d'Aragona, e successivamente passò alla fine dello stesso secolo a Nicolò di Lamia. Nei primi anni del XIV sec. gli Aragonesi diedero il feudo a Ruggero di Lauria per le sue imprese militari.

Affresco della Chiesa di S. Egidio

Chiesa Madre

A seguito dell'avvento angioino Ruggero di Lauria cadde anche lui in disgrazia e il paesino di Linguaglossa ritornò ad essere una cittadina demaniale. In seguito la cittadina fu feudo di Anastasia Filangeri e successivamente ad altri ancora che non furono particolarmente sensibili agli interessi economici della cittadina, che non si rassegnò e che conservò intatta una sua identità culturale contrastando l'inettitudine dei loro feudatari. 

Nel 1634 finalmente Linguaglossa fu libera dai feudatari per merito di Filippo IV di Spagna, e potè finalmente nominare da sè i propri amministratori. Questo periodo fu di autentico splendore per la cittadina nella quale sorsero numerosi conventi e si iniziarono a ricostruire le chiese. Però questo periodo ebbe una brusca frenata con due gravi eventi della fine del XVII sec. Prima una forte carestia che dimezzò gli abitanti nel 1672 e successivamente il tremendo terremoto del 1693 che rase al suolo l'intera sicilia orientale, dopo del quale si ebbe una lenta opera di ricostruzione che ha portato alla configurazione odierna di una cittadina molto ben organizzata urbanisticamente e molto tranquilla.  

Particolare del coro ligneo della Chiesa Madre 

sec. XVIII

Particolare del coro ligneo della Chiesa Madre 

sec. XVIII

Da visitare : la chiesa madre, con una facciata bicroma con il portale in pietra lavica. La chiesa al suo interno è divisa in tre navate, ed arricchita da tele del XIX sec. Dietro l'altare si trova il coro ligneo, ottima rappresentazione dell'arte linguaglossese.

Chiesa di S. Francesco. Sec. XVII. Ha una facciata molto spartana ed essenziale a cui viene accostato un bel campanile del 1610. Al suo interno ad una navata, si trovano due splendidi altari di marmo policromo del XVIII sec.

Chiesa dell'Annunziata. Sec. XVI. Si nota un bel portale policromo in pietra lavica.

Chiesa di S. Egidio, patrono del paese. Sec. XVI. E' forse il più antico impianto chiesastico della cittadina. Si nota un bel portale gotico sul quale vi è un'allegorica rappresentazione di una sirena con due serpenti, che erroneamente fu giudicata come stemma del paese. 

Chiesa dei Cappuccini. Sec. XVII. La chiesa è divisa in due navate la cui ultima è stata completata nel '800. Al suo interno la chiesa custodisce la più importante opera d'arte linguaglossese, la custodia, di Pietro Bencivinni da Polizzi del '700. 

Chiesa di S. Francesco di Paola
Custodia Lignea di Pietro Bencivinni del XVIII sec.
Cratere centrale dell'Etna
Vista dall'Etna delle Isole Eolie
Bordo del Cratere centrale dell'Etna

Portale della chiesa dell'Annunziata

NOTIZIE UTILI NOTIZIE UTILI

Municipio : Tel. 095-777.7111

 

Ufficio Turismo : Tel. 095-777.7222

 

Pro Loco : Tel. 095-643.094

 

APT Piano Provenzana : Tel. 095-647.352

 

Guardia Medica: Tel. 095-643.855

 

Guardia Forestale: Tel. 095-643.112

 

Hotel -  Ristoranti

Happy Day

Via Mareneve, 3 - Tel. 095-643.484

Casa San Tommaso

Via S. Nicola, 122 - Tel. 095-643.272

Villa Refe

Via Mareneve - Tel. 095-643.926

Le Betulle 

Piano Provenzana - Tel. 095-643.430

La Provenzana

Piano Provenzana - Tel. 095-643.300

Rifugio Nord-Est

Piano Provenzana - Tel. 095-647.922

Rifugio Brunek

Pineta Ragabo - Tel. 095-643.015

Clan dei Ragazzi

Pineta Ragabo - Tel. 095-643.611

Rifugio Pineta Ragabo

Pineta Ragabo - Tel. 095-647.841

 

Per informazioni su itinerari, indirizzi, ed altro clicca qui sotto !

 

Visita le 

Isole Eolie

 Luoghi da Leggenda !

 

Visita Taormina

 Uno dei più bei palcoscenici della Sicilia

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Si ringrazia il Comune di Linguaglossa per le preziose informazioni forniteci
  

    

 

        

Risoluzione consigliata 1024 x 768.

Browser consigliato : Internet Explorer ver. 5.0 o successiva.

Estateinsicilia.it fa parte del Network 

" ITALIATURISMO.com - Alla scoperta delle preziosità italiane - " 

Ogni violazione o duplicazione del sito o di parte di esso 

sarà perseguita a termini di legge.

Production : FABIO FERRARA (2001). All rights reserved.

(Tutti i marchi sono registrati dai singoli proprietari)