Itinerario VII

MILAZZO 

GIOIOSA MAREA

7) Milazzo - Gioiosa Marea circa 40 km 1 giorno. Si parte da Milazzo, chiamato il ponte delle Eolie, visto che č il porto di attracco delle navi e degli aliscafi per le Isole Eolie, e una cittadina industriale. Da visitare; il castello, ristrutturato nel '200 da Federico II, e poi successivamente dagli spagnoli, possiede un portale di ottima fattura del XIV sec. di stile goticizzante.  
  Inoltre il duomo vecchio in stile rinascimentale, del XVII sec. si prosegue, sulla strada ss113, che porta a Palermo e si attraversano i paesi di Barcellona Pozzo di Gotto, grossa cittadina turistica, poi successivamente Castroreale Terme, altra cittadina turistica, in questo paese da visitare c'č la villa romana a pochi chilometri, in localitā San Biagio, risale al I sec, i resti sono ricchi di mosaici pavimentali; successivamente, si incontrano i paesi di Falcone, e la cittā abbandonata di Tindari, molto famosa. 

E' di origine greca, poi fu riadattata dai romani, e fu distrutta definitivamente dagli arabi. Da visitare č l'impianto urbanistico, e i resti di molte case dell'epoca, il teatro greco, del IV sec. a.C. Il panorama č veramente spettacolare, ed era infatti un punto strategico nello scacchiere sia greco che romano. Da visitare inoltre c'č la basilica romana, e la villa, del I sec. a.C., successivamente salendo verso l'acropoli si trova il santuario, che ospita la famosa Madonna Nera, di etā presumibilmente bizantina, forse proveniente dall'oriente.   
   Il panorama offre una vista dall'alto dei famosi laghetti di Tindari, due laghi salati situati nella spiaggia poco a pochi metri dal mare. 77 Uscendo da Tindari, si incontra Patti, altra cittā prettamente turistica, da visitare la cattedrale di origine normanna perō riadattata su toni barocchi, che ospita le spoglie della moglie di Ruggero I, Adelasia, inoltre poco distante si trova una villa romana, del IV sec. molto ben conservata, con numerosi mosaici pavimentali. Uscendo da Patti, si arriva a Gioiosa Marea, e quello che stupisce sono i panorami quasi selvaggi, con la strada che scorre quasi vicino alla bianchissima spiaggia, soprattutto vicino a Capo Calavā.